The Witcher, la showrunner rivela quali elementi cambieranno rispetto alla prima stagione

The Witcher, la showrunner rivela quali elementi cambieranno rispetto alla prima stagione
di

In questi giorni sono in corso i TCA, degli eventi di presentazione del nuovo palinsesto televisivo per i vari network americani e servizi di streaming, e durante il panel dedicato a The Witcher, la showrunner ha anticipato alcuni dettagli interessanti sulla seconda stagione della serie Netflix.

Già nei giorni scorsi Lauren Hissrich aveva parlato a lungo dei nuovi episodi, spiegando la necessità di superarsi se si vuole ottenere il rinnovo per un'ulteriore stagione di The Witcher da parte della piattaforma, e anticipando la presenza di grandi canzoni nello show.

Tuttavia, ci sono anche degli elementi della prima stagione di The Witcher che, per un motivo o per un altro, l'hanno portata ad agire diversamente per questi nuovi episodi.

Uno di questi, ad esempio, è stato il famoso discorso delle diverse linee temporali (idea nata grazie a un film di Christopher Nolan!).

"Lauren Hissrich ha detto che, nonostante lei abbia amato le diverse timeline nella prima stagione, altri le hanno odiate. Per questo ci ha pensato e si è detta 'Ok, non giocheremo così tanto con le timeline nella seconda stagione'" invece, si legge ancora nel tweet, la Hissrich avrebbe detto che "giocheremo con la storia".

E mentre ci anticipa che Ciri e Geralt "bisticceranno parecchio", queste interazioni "li avvicineranno molto". Inoltre, continua Hissrich, di una decisione creativa si sarebbe pentita relativa alla prima stagione: l'aver fatto scappare da tutto Ciri. Per questo, nella seconda stagione la vedremo "con i piedi ben piantati a terra" e "inizia a reagire e combattere".

La seconda stagione di The Witcher arriverà il 17 dicembre su Netflix.

Quanto è interessante?
6