Netflix

The Witcher, lo sporco lavoro di Henry Cavill: "Sul set mi rotolavo nel fango"

The Witcher, lo sporco lavoro di Henry Cavill: 'Sul set mi rotolavo nel fango'
di

Nella prima stagione di The Witcher abbiamo visto molto spesso i personaggi ricoperti di fango, terra, polvere, o magari imbrattati di sangue. Realizzare un make up del genere, è proprio il caso di dirlo, è stato per i truccatori uno sporco lavoro, e immaginiamo gli attori non esattamente contenti di sottoporsi alle sedute di trucco.

Non è questo il caso di Henry Cavill che, consapevole che anche nel fantasy il segreto è l'autenticità, ha preso l'impegno molto sul serio, spesso facendo anche qualcosa in più del necessario.

"I costumisti, verso la fine, erano abbastanza inorriditi da me" ha raccontato recentemente l'attore a Vanity Fair. "Prima delle riprese mi guardavo e dicevo: C'è bisogno di più sporcizia su di me. Venivano da me con questo aggeggio piccolissimo, come un paio di calze arrotolate, con un po' di polvere dentro, e mi davano delle pacche con quello. E io dicevo: Sì ragazzi, ma non è abbastanza. Quindi uscivo e mi mettevo sotto la pioggia. A volte mi rotolavo nelle pozzanghere. Cercavo di catturare su di me tutte le schifezze che potevo, in modo che il personaggio sembrasse aver vissuto nella sporcizia."

Il risultato, in effetti, è sotto gli occhi di tutti. Il realismo della figura di Geralt di Rivia è evidente nelle scene in cui è insudiciato. Nella stessa intervista, Henry Cavill ha parlato anche della sua parrucca in The Witcher e dell'ottimo lavoro fatto dalla produzione anche in quel caso.

Per altri approfondimenti su The Witcher, rimandiamo a tutto ciò che sappiamo sulla stagione 2 della serie Netflix.

FONTE: comicbook
Quanto è interessante?
4