di

I concetti di passato, presente e futuro sono molto difficili da utilizzare in una serie come This Is Us, dato che lo scopo degli autori è proprio quello di unire tutti i personaggi con una storia che attraversa continuamente varie epoche. Nel finale della quarta stagione avremo la possibilità di tornare a gettare uno sguardo in avanti.

Ad aver spostato il baricentro temporale nel futuro è stato il personaggio di Jack: no, non il padre di Randall, Kevin e Kate, ma il nipote del personaggio interpretato da Milo Ventimiglia, ovvero il figlio non vedente di Kate e Toby. Abbiamo scoperto nella prima puntata della quarta stagione che Jack Damon diventerà un cantante famoso e riuscirà ad avere successo anche nella vita affettiva grazie ai valori trasmessi dai Pearson. La linea temporale prevalente nel corso della stagione è comunque rimasta quella che vede i Big Three sulla soglia dei quaranta e Jack neonato.

La showrunner Elizabeth Berger ci conferma però che nel season finale ci saranno altri salti temporali: "Stiamo attraversando molte linee temporali. Siamo andati un po' ovunque con questa stagione".

Il suo collega Isaac Aptaker ci svela poi che assisteremo al primo compleanno di Jack Demon, per il quale la famiglia si riunirà a Los Angeles e "A parte questo è l'ultimo episodio ed è la nostra famiglia: ci sarà probabilmente qualche salto durante il percorso. Credo che le persone saranno molto soddisfatte. Entro la fine della puntata arriveremo a scoprire anche ciò che è successo tra Kevin e Randall, e poi apriremo la porta a delle nuove domande che le persone non si aspettano: come potrebbero?"

Quindi ci sarà spazio anche per andare a fondo alla relazione tra Kevin e Randall, prima di concludere con un colpo di scena che aprirà le porte alla quinta stagione. È probabile che, vista la puntata incentrata sul compleanno di Jack, ci sarà la possibilità di tornare a vederlo da adulto. I produttori avevano avuto modo di commentare le vicende legate a Randall e anche Pamela Adlon aveva detto la sua su This is Us.

FONTE: eonline
Quanto è interessante?
1