Netflix

Tiger King: Joe Exotic cerca ancora di ottenere la grazia da Donald Trump

Tiger King: Joe Exotic cerca ancora di ottenere la grazia da Donald Trump
di

I legali di Joe Exotic cercano di ottenere la grazia per il proprietario dello zoo di Tiger King, anche se per ora il presidente degli Stati Uniti non ha ancora perdonato per i suoi crimini il personaggio visto nelle puntate del documentario.

Mancano ormai poche settimane all'arrivo nella Casa Bianca di Joe Biden, nel frattempo è consuetudine per il presidente uscente di firmare perdoni nei confronti di casi importanti. Con una lettera lunga più di 250 pagine, Joe Exotic ha quindi scritto a Donald Trump, affermando di essere stato vittima di un complotto, oltre che accusare delle pessime condizioni in cui si trova a vivere nella prigione in cui è rinchiuso. Per chi non lo ricorda, il proprietario del celebre zoo è stato accusato di 17 denunce riguardanti l'abuso di animali e di due condanne per omicidio su commissione, secondo i giudici infatti aveva assoldato un killer per eliminare la sua rivale Carole Baskin.

La notorietà acquisita da Joe Exotic dopo la messa in onda del documentario di Netflix, che è diventato in poco tempo una delle opere di Netflix più viste, ha portato alla creazione di un comitato per la sua scarcerazione, che è già in procinto di organizzare una festa per il giorno della sua uscita di prigione. Vedremo nei prossimi giorni come si concluderà la vicenda, nel frattempo anche Doc Antle di Tiger King ha ricevuto varie accuse.

FONTE: cb
Quanto è interessante?
1