Titans 3, qual è stato l'atto più sadico di Batman? Lo rivela il nuovo episodio

Titans 3, qual è stato l'atto più sadico di Batman? Lo rivela il nuovo episodio
di

La terza stagione di Titans, arrivata al suo quarto episodio, continua a mostrare che tipo di padre degenere sia stato Bruce Wayne (Iain Glen) con Dick Greyson e con Jason Todd, questo a partire dalla sottoscrizione di un contratto disgustoso con i due dove gli faceva promettere "di non avere mai paura di nulla".

Questo e altri tipi di violenza psicologiche hanno spezzato mentalmente i due Robin. Purtroppo, mentre Dick è riuscito a mantenere intatta la sua sanità mentale, abbandonando comunque il ruolo del Pettirosso per abbracciare il suo lato più oscuro con la maschera di Nightwing, il condizionamento di Bruce ha spinto infine Jason su di un sentiero violento, lasciandolo trasformare in Red Hood.

Nel quarto episodio, però, scopriamo l'atto più sadico mai commesso da Bruce nei confronti di Dick Greyson. Lo scopriamo mediante un flashback dove vediamo un giovane Dick costretto da Bruce a sopravvivere nel mezzo di un fitto bosco, al buio, al freddo e da solo, sempre per il mantra "la paura è tua amica". Questo ha spinto il ragazzo alla difesa estrema, tanto che nel flashback torna al cottage di Bruce con un coltello sanguinante in una mano e la testa di un lupo nell'altra.

La cosa sadica è il piacere provato e riconosciuto da Dick nell'ammettere che era il lupo ad aver avuto paura di lui.

Quanto è interessante?
2