Netflix

Tredici, Dylan Minette torna sul finale della serie: "È la conclusione perfetta"

Tredici, Dylan Minette torna sul finale della serie: 'È la conclusione perfetta'
di

Il sorprendente finale della quarta stagione di Tredici ha messo un punto fermo all'intera serie e per l'attore che ha interpretato Clay Jansen non si poteva davvero fare di meglio.

Dopo aver difeso la relazione tra Clay e Justin, l'attore ha avuto modo di raccontare ad Entertainment Weekley la sua reazione alla lettura della sceneggiatura: "Mi ricordo che quando ho letto lo script durante la prima riunione ho pensato: 'Oh, è il finale perfetto', perché nel primo episodio c'è la stessa identica inquadratura di Clay e Tony sulla Mustang, mentre guidano attraverso la città silenziosa... Amo il fatto che non ci sia stata una grande inquadratura sull'auto o un crescendo musicale. C'è stato soltanto questo momento di silenzio tra di loro, che sospirano e lasciano la città. E riesci a capirlo dalle loro facce. Amo il modo in cui è finita".

Dopo aver svelato il destino di Justin, malato da tempo di HIV, la serie si conclude proprio con i due ragazzi, intenti ad abbandonare la cittadina nella quale hanno vissuto. Un finale che lo stesso Minette non ha esitato a definire poetico. Cosa ne pensate delle parole dell'attore? Siete d'accordo con lui?

Per saperne di più e per avere un'opinione sulla quarta stagione vi consigliamo la nostra recensione di Tredici.

Quanto è interessante?
2