Tulsa King, Sylvester Stallone sulla stagione 2: ''Molto difficile che io ritorni''

Tulsa King, Sylvester Stallone sulla stagione 2: ''Molto difficile che io ritorni''
INFORMAZIONI SCHEDA
di

L'ultima fatica di Sylvester Stallone Tulsa King ha fatto aumentare notevolmente gli abbonamenti a Paramount+, il servizio streaming necessario per vedere lo show ideato da Sheridan. Con una carriera ricca di film di ogni tipo, l'esperienza di girare una serie pare abbia messo a dura prova l'attore.

Presentato in anteprima il 13 novembre, il nuovo progetto Paramount+ ha come protagonista la star degli anni '80 Sylvester Stallone nei panni di un capo della mafia di New York che, dopo aver scontato 25 anni di prigione, viene mandato nel posto più improbabile - Tulsa, Oklahoma - per costruire da zero un'impresa criminale.

Tulsa King pare avere tutte le carte in regola per poter proseguire la sua narrazione con stagioni aggiuntive, anche se non è ancora certa la presenza della sua star principale. In una recente intervista per Variety, Stallone ha infatti raccontato quanta fatica e duro lavoro siano necessari per un progetto del genere: "Una serie tv è brutale rispetto al cinema".

L'attore ha continuato sottolineando quanto più ''leggere'' siano le riprese di un film: "Non riesco a capacitarmi che alcune persone lo abbiano fatto per quattro, cinque o sei stagioni. Non dirò mai più: 'È una ripresa difficile' in un film. È una vacanza in confronto a questo!". E sulla sua presenza in Tulsa King 2 ammette: "È molto difficile che io ci sia".

Insomma, dopo aver interpretato l'instancabile Rocky Balboa ed il veterano John Rambo ci fa strano scoprire uno Stallone ''spaventato'' dal set di una serie televisiva. Se ancora non lo avete fatto, qui potete recuperare il trailer ufficiale di Tulsa King!

FONTE: ScreenRant
Quanto è interessante?
1