Una Serie di Sfortunati Eventi finirà con la terza stagione, ecco perché

di

Purtroppo dopo la terza stagione dovremo dire addio a Una Serie di Sfortunati Eventi: nonostante il suo successo la serie verrà cancellata. Perché? Ce lo spiega Neil Patrick Harris.

Lo show Una Serie di Sfortunati Eventi si è confermato negli anni una delle aggiunte più valide all'interno dell'immenso catalogo di Netflix, riuscendo a conquistare un ampio numero di fan e facendo registrare ottimi ascolti. Eppure lo show verrà cancellato dopo la sua terza stagione: ma perché? Ce lo spiega Neil Patrick Harris in persona.

Stando alle sue parole, l'universo di Una Serie di Sfortunati Eventi è immenso, talmente vasto da perderci la testa e difficile da raccontare in modo sistematico e coerente episodio dopo episodio. Ogni libro della saga conta essenzialmente almeno due episodi, che durano in media un'ora ciascuno: vale a dire un film da minimo due ore per ogni libro. Essendo i libri ben 13, quello che ne risulterà saranno la bellezza di 26 film; una cifra che fa impallidire quasi ogni altra saga cinematografica.

L'intenzione è quella di rendere onore a Daniel Handler, l'autore di tutto il franchise, e per svolgere questo compito a dovere è necessario sapere esattamente quando fermarsi per non compromettere la qualità di quanto prodotto; esattamente come ci hanno insegnato negli anni Breaking Bad, Lost, ed I Soprano. Ecco svelata quindi la motivazione dello stop: dopo la seconda stagione ce ne sarà una terza, e poi tutto finirà.

E voi cosa ne pensate?

FONTE: ScreenRant
Quanto è interessante?
1
Una Serie di Sfortunati Eventi finirà con la terza stagione, ecco perché