Netflix

Unbelievable: dopo il successo Netflix starebbe pensando a una serie antologica

Unbelievable: dopo il successo Netflix starebbe pensando a una serie antologica
di

In seguito alla diffusione dei dati d'ascolto ottenuti da Netflix con le sue ultime serie tra queste svetta soprattutto il successo di Unbelievable, la serie crime con Kaitlyn Dever, Toni Collette e Merritt Wever.

Unbelievable - miniserie in otto puntate, creata e diretta da Susannah Grant - è stata tra i prodotti Netflix più visti nell'ultimo quadrimestre e proprio per questo motivo il colosso dello streaming starebbe meditando di produrre una serie antologica che racconti nuove storie dalle tematiche affini proseguendo sulla stessa scia. La miniserie è stata vista infatti da 32 milioni di utenti solamente nelle sue prime quattro settimane di programmazione, un numero davvero considerevole visto il genere di appartenenza, il crime drama, e i temi affrontati, quali stupro, e il fatto che sia basato su un caso non così noto a livello generale.

Il fatto di costituire una serie antologica era già nella mente dei produttori prima del via libera alla miniserie, e nonostante non ci siano discussioni in merito o trattative in corso, rimane il fatto che il numero degli spettatori giustificherebbe ampiamente tale mossa strategica. Già un titolo come Unbelievable è sufficientemente generico per comprendere una vasta quantità di casi da affrontare e indagare in probabili stagioni successive.

Ricordiamo che la miniserie composta da soli otto episodi, è basata su Anatomy of Doubt, episodio dello show radiofonico This American Life, e sull’articolo vincitore del Premio Pulitzer redatto da Marshall Project e ProPublic, che narra la vera vicenda di Marie, una teenager che è stata accusata di mentire sul fatto di essere stata stuprata e delle due detective che scoprirono una verità del tutto diversa. Su queste pagine potete recuperare la nostra recensione di Unbelievable, ampiamente apprezzata.

FONTE: Deadline
Quanto è interessante?
1