Under The Dome 2: parlano Neal Baer, Brian K. Vaughan e Alexander Koch (spoiler!)

di

E' da poco terminata la prima stagione di Under The Dome che già ci sono le prime indiscrezioni sul nuovo ciclo di episodi del serial CBS ispirato al best-seller di Stephen King, che tornerà il prossimo anno in territorio americano. A fornire qualche gustosa anticipazione ci hanno pensato Neal Baer, Brian K. Vaughan ed Alexander Koch, i primi due autori e produttori esecutivi del progetto televisivo e il terzo interprete del personaggio di Junior. Per saperne di più proseguite la lettura dopo il salto, ma attenti alle sorprese.

Attenzione spoiler! Partiamo da Baer che ha parlato del finale della prima stagione, che ha risposto ad alcune domande del pubblico ma non a tutti gli interrogativi. L'ultima puntata ha rivelato che la cupola potrebbe essere controllata da una non meglio identificata forza aliena, ed in questo Julia avrà un ruolo importante nella prossima stagione nella lotta contro Big Jim. L'uovo nero è una chiave e la decisione di proteggerlo potrebbe garantire l'abbattimento della cupola. Su Alice pende una frase pronunciata da Julia, contenente un indizio su quale sarà la direzione della prossima stagione, dato che ci sono molte idee per il futuro dello show e Bear spera di avere tempo ed il favore del pubblico per svilupparle al meglio. Anche Brian K. Vaughan ha esaminato il finale della prima stagione, ed anche lui afferma che l'arrivo della cupola è da attribuire agli alieni, che addirittura potrebbero aver preso le sembianze degli abitanti di Chester's Mill, fatto narrato anche nel libro di Stephen King, anche se è toccato alla defunta Alice portare il primo messaggio alla comunità che non è intrappolata ma protetta dalla cupola. Vaughan ha garantito che la prossima stagione sarà emozionante perché tutti si renderanno conto di essere in trappola, e ciò diventerà la normalità per i personaggi. Inoltre verranno raccontati alcuni fatti e mostrati alcuni posti non presenti nel libro, segno che la serie prenderà una nuova direzione rispetto al romanzo, e questo rende Vaughan molto orgoglioso. Il libro di King si svolge nel lasso di tempo di quindici giorni mentre l'obbiettivo del progetto televisivo è quello di andare oltre ai fatti narrati nella versione cartacea, ovvero quando le persone saranno intrappolate da molto tempo, per esempio anni, quindi la seconda stagione potrebbe vedere un salto temporale. Infine ecco anche Alexander Koch, anche lui desideroso di parlare dell'ultimo episodio della prima stagione, ma soprattutto del suo personaggio. La cosa che gli piace di Under The Dome è il suo essere incentrato sulla condizione umana e sulla sopravvivenza e per le domande che solleva. Junior ha una storyline complicata, soprattutto grazie al rapporto non idilliaco con suo padre, anche se nonostante gli attriti, sicuramente i due si vogliono molto bene. Riguardo alla sua instabilità psicologica, il giovane attore ha detto di non essere preoccupato per il suo personaggio, dato che tutto il suo disagio potrebbe dipendere da ciò che ha subito e il burrascoso rapporto con suo padre. Secondo Koch la seconda stagione potrebbe vedere qualche morte e un ritorno di altri personaggi in modi differenti.

FONTE: thehollywoodreporter.com, myfanbase.de
Quanto è interessante?
0

Under The Dome - Stagione 2

Under The Dome - Stagione 2
  • Genere: Fantascienza
  • Regia: Vari
  • Interpreti: Mike Vogel, Rachelle Lefevre, Colin Ford, Natalie Martinez, Dean Norris
  • Sceneggiatura: Stephen King, Brian K. Vaughan
  • Nazione: USA
  • +