Gli utenti Netflix scettici su Freud: 'Una versione splatter di Sherlock o de L'Alienista'

Gli utenti Netflix scettici su Freud: 'Una versione splatter di Sherlock o de L'Alienista'
di

Freud è arrivata su Netflix da due giorni ed è già un piccolo caso: il successo dello show sta andando oltre ogni rosea aspettativa in questi giorni immediatamente successivi al lancio, ma il gradimento non sembra andare esattamente di pari passo.

Certo, a qualcuno questa prima stagione di Freud dovrà pur esser piaciuta, ma la gran parte dei commenti che è possibile leggere in queste ore su Twitter ci presenta giudizi non troppo morbidi nei confronti della serie sul padre della psicanalisi.

In particolare a non esser andato giù a molti utenti è stato l'approccio vagamente alla Sherlock, con un giovane Sigmund Freud tramutato per l'occasione in una sorta di indagatore del paranormale: "Questa serie è una versione splatter di Sherlock e de L'Alienista", "Un po' troppo romanzata", "Tutto tranne che una serie su Freud", "Avrei preferito vedere meno riti satanici e sangue" sono alcuni dei commenti che si trovano sul social dei cinguettii.

Non mancano, ovviamente, post che manifestano un certo gradimento per lo show, tra persone che giudicano la serie appassionante e altre che invitano a metter da parte le inesattezze storiche e di godersi gli episodi. Cioè che è certo, comunque, è che i numeri sono dalla parte di Netflix: dopo pochi giorni Freud è già in Top 10; nel caso vogliate saperne di più, qui trovate la nostra recensione di Freud.

Quanto è interessante?
1