Vanessa Incontrada: "Giorgio Panariello mi ha aiutato a superare un momento difficile"

Vanessa Incontrada: 'Giorgio Panariello mi ha aiutato a superare un momento difficile'
di

Il nudo integrale di Vanessa Incontrada per Vanity Fair ha fatto veramente molto scalpore. Il suo messaggio di Body Positivity è risuonato sui media forte e chiaro e ora l'attrice di origine spagnola si è raccontata, rivelando di essere stata aiutata da Giorgio Panariello in un momento particolarmente difficile.

"A dieci giorni dalla nascita di mio figlio, nel camper che fungeva da camerino, mi portano i vestiti da provare. Li provo tutti e non me ne entra nemmeno uno. Dico, neanche uno. Senza rendermene conto, senza riuscire a controllarmi, scoppio in un pianto così sonoro che mi sentono tutti. Non lo scorderò mai. Giorgio Panariello era protagonista con me su quel set. Arriva, mi abbraccia e mi sussurra parole così belle che ricorderò per sempre. L’abbraccio di Giorgio fu come quello di una madre, lo stesso abbraccio che mi viene voglia di dare a me stessa quando riguardo certe apparizioni del passato".

In merito alle offese sulla sua fisicità Vanessa rivela che spesso e volentieri sono le donne ad essere più cattive: "Io non vedo un vero problema nello sguardo degli uomini. Diciamo che la cosa che mi fa più pensare è la cattiveria di certe donne, piuttosto. Invece di essere complici e solidali, a volte ti giudicano in una maniera così spietata da farti riflettere. Personalmente devo dire che sono fortunata, perché ho un pubblico femminile che invece apprezza ogni centimetro della mia bellezza. E anche questo mi fa pensare".

Vi ricordiamo che nelle scorse settimane Vanessa è stata oggetto di critiche per la sua foto con Berlino de La Casa di Carta. In molti hanno infatti visto nella didascalia dell'immagine un messaggio politico laddove non c'era.

Quanto è interessante?
2