di

Dopo aver interpretato Charles Manson in C'era una volta a Hollywood di Quentin Tarantino e nella seconda stagione di Mindhunter su Netflix, Damon Herriman ha dichiarato che "non interpreterà più il famoso criminale", con cui comunque un fan ha deciso di metterlo a confronto grazie alla sua grandiosa scena nella serie di David Fincher.

L'attore ha spiegato ad Esquire che "passava molto tempo a guardare dei video per cogliere la voce e i movimenti di Manson, così da catturarne l'essenza". Ci è ovviamente riuscito, come abbiamo poi visto nella serie, in un'interpretazione davvero eccezionale e praticamente identica alla controparte reale, deceduta il 19 novembre 2017 all'età di 83 anni, dopo quasi un'intera vita passata in prigione.

A testimonianza dell'immensa bravura di Herriman, nonché dell'impressionante somiglianza tra il vero Charles Manson e l'interprete (truccato di tutto punto dal Premio Oscar Kazuhiro Tsuji (L'ora più buia), un fan dello show è riuscito a rintracciare una vecchia intervista del 1981 fatta a Manson, mettendola poi a confronto con la sequenza di Mindhunter 2 in un video assolutamente da vedere per cogliere ogni sfumatura che Herriman è riuscito a catturare.

Questa intervista fu la prima fatta a Manson da quando venne arrestato per gli omicidi Tate - LaBianca, quindi 12 anni dopo l'incarcerazione. Come suggerisce la didascalia del video, "l'intervista suscitò molto scalpore perché mostrava un Charles Manson freddo e impenitente esternare dei pensieri legati alla possibilità di ottenere la libertà sulla parola e di uscire per interpretare un essere umano".

Da brividi.

Quanto è interessante?
3