Vikings 6, la fine di tutti i figli di Ragnar: il destino di Bjorn, Ivar, Hvitserk e Ubbe

Vikings 6, la fine di tutti i figli di Ragnar: il destino di Bjorn, Ivar, Hvitserk e Ubbe
di

Dopo sette anni in TV e una saga che ha attraversato decenni, il finale della sesta stagione di Vikings ha posto fine alla storia di Ragnar Lothbrok e dei suoi figli.

L'ultima stagione della serie è stata divisa in due metà e la stagione 6b di Vikings si è aperta con un addio a uno dei pochi personaggi rimasti della prima stagione.

Bjorn

Il primogenito di Ragnar, Bjorn Ironside lo avevamo lasciato, al termine della prima parte della sesta stagione, gravemente ferito a causa di un attacco a sorpresa dei Rus di Kiev guidati proprio da Ivar e Hvitserk. Nella seconda parte esce in grande stile scampando per un attimo al regno dei morti, guidando l'esercito norvegese alla vittoria contro l'invasione dei Rus di Kiev e morendo da eroe a causa delle gravi ferite subite soprattutto da fratello Ivar. Il suo coraggio è stato così alto da essere sepolto ancora a cavallo con la spada alzata.

Ubbe

Per quanto riguarda Ubbe, lui e i suoi coloni giungono nel Canada nord-orientale, anche se nella realtà, stando ai documenti storici, gli esploratori norreni non raggiunsero il Nord America fino all'arrivo di Leif Erikson nell'XI secolo. L'arrivo di Ubbe in Occidente potrebbe non essere accaduto nella vita reale, ma la sua storia nella serie serve sia come realizzazione del sogno di esplorazione di Ragnar, sia come prefigurazione della colonizzazione delle Americhe da parte degli esploratori europei. Nel finale, dopo aver ricevuto in dono un piccolo pezzo d'oro, un colono norvegese chiamato Naad diventa avido e cerca l'accampamento di Mi'kmaq per trafugare qualcosa, uccidendo il figlio del Sagamaw, Peminuit, quando viene catturato. Ubbe decide di punire Naad giustiziandolo, ma alla fine gli taglia semplicemente la gola. Sebbene lo abbia fatto principalmente come atto di misericordia, sapendo che Naad non sarebbe mai stato in grado di guadagnarsi il suo posto nel Valhalla, questo può anche essere interpretato come la decisione di Ubbe di lasciarsi alle spalle i vecchi modi. Ubbe è sempre stato il più pragmatico e equilibrato dei figli di Ragnar, e in precedenza si era convertito al cristianesimo per assicurarsi una tregua con il re Alfredo in Inghilterra. L'imminente serie sequel Vikings: Valhalla, che vedrà Leif Erikson tra i suoi personaggi, potrebbe rivelare cosa ne è stato di Ubbe e dei suoi coloni. Per ora, però, il suo finale è stato lasciato abbastanza aperto.

Ivar

Il figlio più giovane di Ragnar Lothbrok, Ivar il Disossato, ha avuto forse l'arco più interessante. La sua leggenda è iniziata prima ancora che fosse concepito, con sua madre, la seconda moglie di Ragnar, Aslaug, che ha avuto visioni del futuro, avvertendo il marito che doveva aspettare tre giorni prima di fare l'amore con lei, altrimenti avrebbero concepito un figlio mostruoso. Ragnar la ignorò e seguì una gravidanza difficile che culminò in un bambino nato con le gambe deformate. Ivar è stato lasciato morire nei boschi da Ragnar, ma dopo essere stato salvato da Aslaug alla fine è cresciuto fino a diventare uno dei preferiti tra i figli di Ragnar, accompagnando suo padre nel suo viaggio finale in Inghilterra. Se ciascuno dei figli di Ragnar rappresenta un aspetto diverso della sua personalità, Ivar incarna la parte di Ragnar che ha fame di violenza e guerra. Nel finale, alla fine, come Ragnar, Ivar accoglie con favore la sua morte. Nonostante il colore dei suoi occhi sia molto blu, si lancia nella battaglia finale contro l'esercito di re Alfred e permette a un soldato di pugnalarlo fatalmente allo stomaco. Oltre a garantire una morte appropriata per uno dei più grandi vichinghi mai vissuti, la decisione di Ivar di morire sembra anche essere dovuta all'amore per Hvitserk. Mentre osserva suo fratello uccidere spietatamente le persone sul campo di battaglia, Ivar sperimenta dei flashback della loro vita insieme. Forse si è reso conto che finché vive, Hvitserk lo seguirà sempre in battaglia e non conoscerà mai la pace, e ha scelto di morire in modo che il combattimento finisse e Hvitserk potesse avere una vita migliore.

Hvitserk

Se ognuno dei figli di Ragnar ha avuto un finale che rende omaggio al padre, allora il finale di Hvitserk è un cenno all'amore di Ragnar per Athelstan e alla sua curiosità per il dio cristiano. Quando Ivar viene ucciso in battaglia, Alfred chiede di fermare i combattimenti in modo che Hvitserk possa piangere la morte di suo fratello, e l'invasione più o meno svanisce lì. Non è chiaro se Hvitserk fosse più un ospite o un prigioniero successivamente, ma indubbiamente è stato trattato con riguardo. Si converte al cristianesimo e Alfred suggella la sua conversione cambiando il suo nome da Hvitserk ad Athelstan. Hvitserk ha lottato più dei suoi fratelli nella sua ricerca della grandezza, non diventando mai il temuto guerriero che era Bjorn, o l'avventuriero che era Ubbe, o lo spietato sovrano che era Ivar.

Mentre vi lasciamo alla nostra recensione della seconda parte della sesta e ultima stagione di Vikings, ecco spiegato il destino di Floki.

Quanto è interessante?
0