Vikings: quali domande irrisolte ha lasciato il finale di serie?

Vikings: quali domande irrisolte ha lasciato il finale di serie?
di

L'ultima puntata di Vikings, che ha concluso la sesta stagione e assieme a essa sette anni di serie, ha dato un degno finale a molti protagonisti e ai loro archi narrativi. Sono diversi però i personaggi fuoriusciti di cui non si è saputo più nulla, oltre a qualche domanda nodale che non ha mai trovato risposta.

Pur con la tragica assenza dell'eterno e carismatico protagonista della serie, il Ragnar di Travis Fimmel, il cui volto ha rappresentato negli anni l'iconografia più nota anche per gli spettatori meno assidui, la sesta stagione ha chiuso egregiamente un percorso storico negli ultimi dieci anni di serialità. Trovate qui la nostra rensione dell'ultima stagione di Vikings, o per un approfondimento più nello specifico ecco le nostre considerazioni sul finale di Vikings 6. Da quel 30 dicembre 2020 però, data di trasmissione dell'ultima puntata (quasi) allo scoccare del nuovo anno, sono ancora diverse le domande senza risposta. Ecco le più importanti.

Innanzitutto, snodo fondamentale di tutta la serie e lotta di potere attorno cui si avvicendano i personaggi: chi governerà Mercia? A prendere il potere è Re Alfred, il quale promette la terra a Torvi, Ubbe e Bjorn nel tentativo di creare un'alleanza coi vichinghi. Alla resa dei conti, l'unico in grado di farsi avanti per reclamare la promessa fatta è Torvi: basterà, da solo, a mantenere intatta l'alleanza?

L'abbiamo citato, tanto vale porsi la domanda fondamentale, frutto di uno dei più grandi twist della serie: chi è il padre biologico di Bjorn? Per il rapporto emotivo stretto, per lui la risposta è Ragnar, ma nella quinta stagione Rollo sostiene di essere il vero padre di Bjorn. Alla sua morte, il bivio non è ancora risolto.

Da qui, sorge il grande dubbio: che fine ha fatto Rollo? Sapevamo della sua prematura partenza, un allontanamento annunciato, ma che non compaia nel finale di stagione, reagendo alla morte di quello che sostiene essere suo figlio, lascia diversi dubbi.

Un paio di questioni minori sempre sullo stesso tono: cosa è successo a Thorunn? Era un personaggio primario e lo sfregio sul volto non è sufficiente a credere che si sia allontanata per mai più ritornare, soprattutto in una società come quella vichinga, che celebra le ferite riportate in guerra. E in secondo luogo: chi è il viandante Harbard? E' davvero la personificazione di Odino o Loki?

Il gran finale riguarda, ovviamente, la Scoperta delle Americhe. Ubbe e Floki, reincontratisi lunghe le coste del Nuovo Mondo, hanno davvero raggiunto le americhe, o il loro è solo un finale dal valore simbolico? E se così fosse, come ha fatto il secondo a raggiungerle? La teoria che semplicemente abbia "trovato una barca", come sostiene, non ha convinto gli spettatori.

Lo spin-off Vikings: Valhalla è in arrivo, ma vista la sua ambientazione a 100 anni di distanza dai fatti della prima serie, a meno della volontà del creatore Michael Hirst molte di queste domande potrebbero rimanere senza risposta. Sappiamo solo che concluderà l'arco di Rollo, divenuto un Re di Normandia. Siete pronti per questo spin-off? Ditecelo nei commenti.

Quanto è interessante?
1