Vikings: la vera storia di Floki nella mitologia nordica

Vikings: la vera storia di Floki nella mitologia nordica
di

Ormai l'attesa sembra essere diventata infinita, eppure non abbiamo ancora una data d'uscita ufficiale per la seconda parte della sesta stagione di Vikings, che andrà a concludere le vicende dello show. Con l'annuncio dello spin-off Vikings: Valhalla, l'attenzione dei fan verso il finale della serie principale è aumentato esponenzialmente.

In attesa di scoprire novità sull'uscita di Vikings 6B, quindi, sulle nostre pagine abbiamo iniziato una serie di approfondimenti storici sui personaggi che abbiamo amato nella serie: non tutti lo sanno, infatti, ma la maggior parte dei nostri eroi visti nello show non sono stati creati direttamente dalla penna di Michael Hirst, ma devono le loro origini a testimonianze storiche e alle saghe norrene, che hanno narrato le vicende di molti eroi vichinghi, a metà tra il mito e la storia.

Abbiamo già parlato della vera storia di Bjorn Ragnarsson nella mitologia norrena, e anche di Lagertha e delle differenze tra la figura "storica" della donna e quella vista in Vikings. Oggi, invece, vogliamo raccontarvi di un altro personaggio, le cui vicende storiche sono molto interessanti, ovvero Floki, interpretato nello show MGM History da Gustaf Skarsgård.

Vissuto nel IX secolo d.C in Norvegia, Hrafna-Flóki Vilgerðarson viene considerato il primo navigatore vichingo ad aver raggiunto l'Islanda con l'intento preciso di fondare una colonia. Infatti, sebbene non fosse stato lui a scoprirla per primo (merito questo che va attribuito a Naddoddr, il quale ha scoperto il territorio islandese per caso), Floki ha comunque il merito di esservi insediato con la moglie, i figli e poche centinaia di coloni. Colui che noi conosciamo come il costruttore di navi salpò dal Vestlandet ed ebbe come prima tappa le isole Shetland, dove (si narra) morì una delle sue figlie.

Questo non fece desistere Floki, che attraccò alle isole Fær Øer, dove un'altra delle sue figlie si sposò. Fu qui che, per farsi guidare a trovare l'Islanda, prese tre corvi e li portò con sé in viaggio: per questo motivo il suo soprannome divenne, da quel momento, Hrafna-Flóki (lett. Corvo-Floki). Di questi tre corvi, uno tornò indietro verso le Fær Øer, uno rimase vicino alla nave e non si mosse più dal ponte della stessa, e un terzo partì verso nord-ovest senza far più ritorno. Questa motivazione spinse Floki a credere che l'Islanda fosse vicina. Ebbe ragione, e riuscì ad approdarvi.

Una volta insediatosi, dovette cercare un posto per passare il rigido inverno. Si accorse dell'esistenza di un grande fiordo circondato da ghiaccio galleggiante: da qui l'isola venne nominata Island, ovvero terra del ghiaccio. Floki non aveva considerato, una volta stabilitosi in Islanda e a causa di un'estate particolarmente piacevole, le problematiche dovute alle difficoltà di coltivare la terra durante l'inverno e quindi, deluso, tornò in patria. Racconterà dell'Islanda come una terra indegna e orribile. Eppure, vi ritornò, e si stabilì in quella che ancora oggi si chiama Flókadalur, la terra di Floki.

E voi? Conoscevate la vera storia del personaggio di Floki? Fatecelo sapere nello spazio commenti!

Quanto è interessante?
3