Vikings, le verità storiche dietro il personaggio di Athelstan

Vikings, le verità storiche dietro il personaggio di Athelstan
di

Athelstan, interpretato da George Blagden, è stato un grande protagonista di Vikings, serie di History Channel basata su personaggi storici reali o leggende norrene. Il monaco è entrato nel cuore di Ragnar e in quello del pubblico, ecco la vera storia dietro il suo personaggio.

Creata da Michael Hirst, noto per la storica serie TV The Tudors, Vikings è andata in onda dal 2013 al 2020, e anche se originariamente era stata progettata per essere una miniserie, è stata accolta così bene e con recensioni così entusiastiche che lo show è andato avanti per sei stagioni.

Inizialmente la serie raccontava le vicende della leggendaria figura norrena Ragnar Lothbrok (Travis Fimmel) e dei suoi viaggi e delle sue incursioni in Inghilterra insieme ai suoi fratelli vichinghi, tra cui il suo vero fratello, Rollo (Clive Standen), e il suo migliore amico e miglior costruttore di barche di Kattegat, Floki (Gustaf Skarsgård).

Nel corso di sei stagioni, abbiamo incontrato una varietà di personaggi, alleati, nemici e traditori di Ragnar ma uno dei più popolari e amati è stato senza dubbio il monaco Athelstan (George Blagden) comparso nel secondo episodio della prima stagione intitolato L'ira dei norreni (Wrath of Northmen).

Durante il saccheggio del monastero di Lindisfarne, Ragnar e i suoi compagni uccisero la maggior parte dei monaci e ne catturarono altri, tra cui Athelstan, che Ragnar portò a casa come schiavo ma in seguito divenne parte della sua famiglia ed uno dei suoi più cari amici.

Athelstan ha lottato per la sua vita e per mantenere intatte le sue convinzioni religiose mentre si trovava in un ambiente completamente diverso da quello in cui era cresciuto, in cui erano venerate molte divinità invece di una soltanto.

Il monaco era in costante conflitto con tutto ciò che aveva appreso e tutto ciò in cui credeva, e sebbene facesse del suo meglio per mantenere il suo giuramento di celibato, finì per avere un figlio con la moglie del principe Aethelwulf di Wessex, che si chiamava Alfred ed è implicito che diventerà il futuro Re Alfredo il Grande.

Tuttavia, Athelstan come si vede in Vikings non ha una controparte nella vita reale, c'è stato però un re Athelstan che ha avuto a che fare con i Vichinghi.

L’Athelstan realmente esistito fu re degli anglosassoni dal 924 al 927 e re degli inglesi dal 927 al 939. Invece di essere il padre di Alfredo il Grande come visto nella serie, il vero Athelstan era suo nipote.

Athelstan aveva qualche legame con i vichinghi, anche se non come quello che abbiamo visto nello spettacolo, in quanto non fece amicizia con loro e in realtà conquistò l'ultimo regno vichingo rimasto, York. C’è da sottolineare che dopo la sua morte nel 939, i Vichinghi ripresero il controllo di York, che fu riconquistata nel 954.

Athelstan morì all'età di 45 anni e, poiché non aveva figli, gli successe il fratellastro Edmund I. Il Re scelse di non essere sepolto a Winchester, dove si trovavano suo padre e suo fratellastro poiché non voleva onorare la città che si era opposta al suo governo, quindi fu sepolto nell'Abbazia di Malmesbury.

Nonostante non ci sia stata una reale controparte dell'Athelstan visto in Vikings, la figura storica da cui ha preso il nome aveva un collegamento con i Vichinghi e altri personaggi visti nella serie, e la sua storia è comunque interessante, anche se molto diversa da quella della serie.

Scoprite il significato della terribile Aquila di Sangue di Vikings e quali sono le 5 scene epiche di Vikings che non dimenticheremo mai.

Quanto è interessante?
1