Watchman, per Regina King Sister Night è come Batman: ecco perché

Watchman, per Regina King Sister Night è come Batman: ecco perché
di

Tra le centinaia di serie uscite nel 2019 Watchmen occupa un posto speciale tra gli amanti di Alan Moore, che grazie a Damon Lindelof hanno potuto assistere ad un proseguimento dalla sua immensa opera. A tornare sulla serie HBO è la protagonista Regina King, che ha paragonato la sua vigilante ad un altro iconico personaggio dei fumetti.

In occasione della distribuzione del cofanetto in DVD e Blu-ray di Watchmen l'attrice ha infatti approfondito alcuni aspetti del suo ruolo come Angela Abar/ Sister Night, che indossando i panni dell'gente di giorno e dell'eroina di notte vigila senza sosta sulla cittadina di Tulsa.

"Le sue origini, il modo in cui ne viene a conoscenza insieme al pubblico, è stato tutto molto eccitante. Penso che in qualche modo ci siano molte somiglianze tra Angela e Batman e lui è da sempre uno dei miei eroi preferiti. La bambina che è in me è impazzita all'idea di poter interpretare un personaggio la cui storia è così simile ad uno dei personaggi più amati di sempre. In più ho avuto la fortuna di poterlo farlo mio nel modo che sentivo più giusto e di vederlo, purtroppo, perfettamente contestualizzato nelle vicende alle quali stiamo assistendo oggi [alludendo all'omicidio di George Floyd e le proteste del movimento Black Lives Matter]."

Secondo la King, quindi, Bruce Wayne e Angela Abar avrebbero numerosi punti in comune, che vanno dalla tragica infanzia alle profonde ferite che li hanno convinti ad indossare il mantello, fin'anche alla predilezione per l'oscurità e alle doti investigative.

Ultimamente si sta molto parlando di una possibile seconda stagione di Watchmen, anche se Lindelof non sembra intenzionato a tornare sul progetto: in compenso lo showrunner ha rivelato interessanti dettagli sulla genesi di Hooded Justice e persino sull'incerto finale di Watchmen.

FONTE: e! news
Quanto è interessante?
1