Watchmen: le 4 storie che Damon Lindelof dovrebbe assolutamente approfondire

Watchmen: le 4 storie che Damon Lindelof dovrebbe assolutamente approfondire
di

Tra attori impeccabili e sceneggiatura senza precedenti, se non l'originale di Alan Moore, Watchmen di Damon Lindelof schizza direttamente nella top 5 delle serie più riuscite del 2019, facciamo quindi un passo indietro ripercorrendo alcuni dei momenti salienti, scoprendo quali e perché meriterebbero che "occhio" di riguardo.

L'universo dei vigilanti di Moore è uno dei più vasti della carta stampata, se non per il numero di personaggi dirittamente coinvolti di certo per la gran quantità di intrecci e sotto-trame che, nell'ottica di mantenere l'attenzione del lettore sulla storia principale, sono purtroppo solamente sfiorate.

Evento che meriterebbe un minutaggio superiore è il periodo immediatamente successivo alla materializzazione del calamaro gigante a New York: l'ondata di psicosi di massa che le continue piogge di calamari "alieni" avrebbero sugli scenari politici ed economici a livello internazionale sarebbe di certo un ottimo background per una nuova generazione di eroi o criminali parimenti incalliti.

Come tutti sappiamo l'arrivo della mastodontica creatura è solo l'ultimo tassello del piano di Adrian Veidt/ Ozymandia (Jeremy Irons), che una volta compiuto si ritira, o per meglio dire viene abbandonato, nella sua "fortezza della solitudine" in Antartide: come ha vissuto gli anni tra il capitolo cinematografico e l'esilio sulla Luna di Damon Lindelof?

Altro capitolo oscuro, e decisamente inquietante, è il video registrato dallo stesso Veidt anni addietro in cui svela non solo di essere l'artefice della morte di milioni di persone, ma anche di essere la mano che, per anni, ha manovrato la politica americana. Addentrarsi in queste vicende di corruzione e terrore offrirebbe l'interessante possibilità di raccontare una storia dai toni noir simile a quella delle indagini di Rorschach.

Al quarto, ma non ultimo, posto non poteva che esserci un'anteprima delle prime 24 ore di Angela Abar/ Sister Night dopo l'ingerimento dell'uovo (teoricamente) fecondato da Cal Abar/ Dr. Manhattan (Yahya Abdul-Mateen II). Poche settimane fa la protagonista ed interprete Regina King aveva detto la sua sul finale di Watchmen, ma l'opinione potrebbe non aver incontrato il favore dei fan. In molti vorrebbero infatti scoprire se Angela abbia ereditato o meno i poteri del suo grande amore, ma soprattutto come sarebbe cambiata la sua vita con il potere di un Dio nelle proprie mani.

Purtroppo, sembra che Lindelof non voglia proprio tornare per Watchmen 2 e chissà che, forte dell'insegnamento di Moore, non sia proprio questo il modo di chiudere la serie?

Quanto è interessante?
1