Watchmen, Damon Lindelof torna sul misterioso finale: cosa succede ad Angela Abar?

Watchmen, Damon Lindelof torna sul misterioso finale: cosa succede ad Angela Abar?
di

Una serie straordinaria come Watchmen di Damon Lindelof non poteva che aver un finale incredibile, e infatti alcuni fan sono ancora qui a domandarsi se Angela Abar (Regina King) abbia o meno ereditato i poteri del marito, il Dr. Manhattan, e sia riuscita a camminare sull'acqua, questione riprese recentemente anche da Lindelof.

Intervistato infatti da Comicbook.com, il creatore della serie ha parlato di quell'eccezionale chiusura finale sul piede di Angela a sfiorare l'acqua, rivelando: "Allora, non voglio né confermare né negare se Angela abbia o meno ottenuto i poteri del Dr. Manhattan, anche se è palese come abbia voluto fare un tentativo mangiando l'uovo. Ma credo che sia importante tornare ancora una volta all'idea non solo del mito del fumetto ma anche specificatamente a Watchmen, alle storie d'origini di questi personaggi. Vogliamo sapere perché queste persone indossano la maschera".

Continua: "Alcune delle parti più essenziali del testo originale, quelle che noi chiamiamo Vecchio Testamento, spiegano come Rorschach sia diventato Rorschach e come Dr. Manhattan siano appunto diventato Dr. Manhattan. Volevamo fare la stessa cosa con Angela. Se questa intera stagione è fondamentalmente un condotto che porta lei a una scelta finale che potrebbe renderla quasi divina, con potenzialità onnipotenti, abbiamo voluto prima mostrare il suo viaggio verso la comprensione di se stessa, prima di andare o meno oltre se stessa".

Lindelof aggiunge: "Penso che tutti noi siamo nati con una certa spinta. Per Angela, questa spinta è il far rispettare la giustizia e, in definitiva, essere un agente di polizia è qualcosa che arriva di conseguenza, un desiderio ereditato non solo dal nonno ma anche dal padre, che indossava un'uniforme. Questa idea di voler spiegare il costume che indossa, il perché lo indossi e cosa significhi per lei, è parte importante del suo viaggio ed eguale giustificazione del perché sia per lei arrivato il momento di togliersi quel costume e in qualche modo evolvere".

Lindelof non conferma ne smentisce un suo ritorno per rispondere definitivamente alla domanda sul destino di Angela, anche se il suo ultimo intervento nell'intervista sembra auspicare a un ritorno di Watchmen in tv, chissà però quando, chissà se guidato sempre da lui: "Ci sono voluti 30 anni per giustificare un seguito di Watchmen. Spero che non ne occorreranno altri 30 per andare avanti. Non penso semplicemente che dovrei essere io a farlo, a meno che non riesca a sapere esattamente come continuarlo".

Vi lasciamo alla recensione di Watchmen.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
3