di

Dal 20 ottobre su HBO e Sky Atlantic, la nuova serie di Damon Lindelof, Watchmen, ci darà un ulteriore sguardo, da una prospettiva ancora diversa, al mondo dei supereroi. Vediamo una clip che anticipa i temi dello show.

Parola d'ordine: maschere. Le maschere degli eroi, le maschere dei cattivi, e le maschere che persino coloro che non rientrano in nessuna delle due categorie sono costretti a indossare.

È così che si presenta la nuova serie targata HBO, Watchmen, nell'ultima featurette diffusa dal canale americano e disponibile anche in testa alla notizia.

Basata sulla miniserie a fumetti di Alan Moore e Dave Gibbons, Watchmen, per ammissione dello stesso Lindelof nella clip, "onora la graphic novel, senza però renderne necessaria la lettura per poter comprendere questa nuova storia".

Nel video, il conflitto principale sembra essere dovuto alla percezione, da parte della società, di ciò che rappresentano queste maschere, e all'inabilità di distinguere quali di queste possano essere ritenute simboli negativi o positivi, del bene o del male.

"Presto non riusciremo a distinguere i buoni dai cattivi, perché nascondono tutti i loro volti", viene detto nel filmato.

Regina King e Jeremy Irons, poi, ci tengono a rimarcare l'imprevedibilità dello show: "Quello che penso sia uno degli aspetti più interessanti di questa serie è che credi di sapere, poi accade qualcosa e puoi dire solo 'Oh!'" afferma la King, e Irons sembra confermare "Come tutte le storie migliori, la verità viene svelata poco a poco".

"Adoro i colpi di scena nella narrazione, le sorprese, i risvolti inaspettati" continua Lindelof, mentre la King conclude "Lo show è davvero qualcosa di enorme. È la serie più monumentale di cui abbia mai fatto parte".

Che dire se non... Hype a 1000!

FONTE: ComingSoon
Quanto è interessante?
4