X-Files: le 5 migliori guest star che forse non avete notato

X-Files: le 5 migliori guest star che forse non avete notato
di

La serie di fantascienza di Chris Carter, X-Files, è uno dei più grandi spettacoli degli anni '90, una pietra miliare della cultura pop e uno dei classici che dovrebbero essere visti obbligatoriamente da chiunque.

La serie originale è durata nove stagioni, terminando nel 2002. Un film sequel è stato rilasciato nel 2008, ma lo spettacolo è stato ripreso con una breve stagione 10 di sei episodi nel 2016 e l'undicesima (e presumibilmente ultima) stagione è stata diffusa nel 2018.

Nel corso delle undici stagioni dello show, sono stati realizzati molti episodi eccezionali che hanno visto la partecipazione di alcuni dei migliori scrittori e attori della televisione. Una miriade di attori sono apparsi come ospiti interpretando ogni tipo di personaggio. Scegliere i migliori non è stato certamente un compito facile, ma li abbiamo ridotti a questi cinque:

  1. Bryan Cranston: prima di diventare Walter White nella serie di successo Breaking Bad, Bryan Cranston ha fatto un'apparizione come ospite in un episodio di X-Files, che sarebbe poi servito come ispirazione per il personaggio di Walter White. Scritto da Vince Gilligan, il creatore di Breaking Bad, l'episodio della sesta stagione "Drive" parla di un razzista sgradevole, interpretato da Cranston, che Mulder deve guidare a ovest per evitare che muoia. La performance di Cranston è stata a dir poco brillante e ha impressionato Gilligan abbastanza da proporre Breaking Bad all'AMC con Cranston come protagonista dello spettacolo.
  2. Michael McKean: ha fatto la sua prima apparizione come guest star in X-Files nella sesta stagione. McKean ha interpretato Morris Fletcher, un uomo in nero che lavora all'Area 51, che dopo uno strano incidente, scambia i corpi con Mulder. Vedendo questa come un'opportunità per sfuggire a una vita che odia, Fletcher decide di vivere come Mulder, mentre quest'ultimo coglie l'occasione per curiosare nell'Area 51. Alla fine, tutto torna alla normalità e tutte le persone coinvolte dimenticano tutto ciò che è accaduto durante il passaggio.
  3. Giovanni Ribisi nei panni di Darren Peter Oswald e Jack Black nei panni di Bart 'Zero' Liquori: si tratta di un episodio abbastanza standard di Monster of the Week di X-Files, con un adolescente con strani poteri e un'inclinazione omicida. Ma ciò che lo distingue davvero sono gli attori che interpretano l'adolescente e il suo migliore amico: Jack Black nei panni dell'amico e Giovanni Ribisi come indagato. I due interpretano dei tipici fannulloni adolescenti che non fanno altro che uscire, giocare ai videogiochi e colpire le persone con fulmini, ma entrambi lo fanno in un modo così accattivante che, in due interpretazioni inseparabili, elevano davvero l'episodio nel suo insieme .
  4. Peter Boyle: Clyde Bruckman, questo il nome del suo personaggio, era cronicamente triste, tragico e condannato. Peter Boyle non fa altro che elevare un già grande episodio sceneggiato da Darin Morgan. Anche quando Bruckman si comporta in modo rozzo, o discute della morte di qualcuno con dettagli grafici, c'è una poesia inquietante che lo rende completamente comprensivo e apprezzabile. Una performance sapientemente affinata in un episodio scritto e prodotto con perizia.
  5. Carrie Hamilton: gli episodi in loop temporale in cui solo un personaggio si rende conto di ciò che sta accadendo sono relativamente comuni, ma di solito quel personaggio è uno dei clienti abituali della serie, qualcuno che già conosciamo e che possiamo seguire facilmente. Nell'episodio "Monday" viene compiuto il passo coraggioso di presentare un personaggio ospite nei panni del looper, ovvero qualcuno che non abbiamo mai visto prima e che non vedremo mai più. La storia di Pam è una tragedia dall'inizio alla fine, una donna che sta ovviamente vivendo una vita difficile in primo luogo, che è intrappolata per chissà quanto tempo in un violento loop temporale, e che alla fine paga il prezzo per romperlo. Un'interpretazione meravigliosa in un grandissimo episodio.

Vi lasciamo alle motivazioni delle divergenze tra Gillian Anderson e la produzione di X-Files. Ecco, inoltre, perché X-Files ha stravolto il mondo della televisione.

Quanto è interessante?
1