X-Files: scopriamo perché non c'è mai stato il sequel su Tooms

X-Files: scopriamo perché non c'è mai stato il sequel su Tooms
di

Una delle creature più famose di X-Files, Eugene Victor Tooms, stava per tornare con un episodio sequel, ma alla fine non è mai stato realizzato. Come mai?

X-Files ha ancora una reputazione molto alta e ciò ha contribuito al suo ritorno in auge in televisione in queste settimane. La serie ha capito come rendere l'horror e la fantascienza due elementi di grande successo attraverso personaggi forti e una narrazione avvincente.

Una delle più grandi abilità di X-Files era il sapersi destreggiare tra le sue trame serializzate e le puntate più autosufficienti con i mostri della settimana. Quest'ultime creazioni hanno portato ad alcuni degli episodi più popolari e a dei personaggi inquietanti della serie. Molte di queste idee destabilizzanti sono limitate alle apparizioni da solista o, in rare occasioni, a qualche piccolo cameo successivo.

In realtà vi erano in programma alcuni sequel sui mostri della settimana più caratteristici, ma i piani sono andati in frantumi.

Eugene Victor Tooms è un mostro di X-Files che appare nella stagione 1 nell'episodio 3, “Squeeze”, e nell'episodio 21, “Tooms”. Consuma fegati umani e può modificare gli spazi estremamente ristretti per scappare. Tooms è anche ibernato per gran parte della sua vita con abitudini e fisiologia simili ad una creatura delle caverne, ma nonostante l'apprezzamento da parte del pubblico, scompare nel nulla per sempre.

Doug Hutchison, l'attore del personaggio, scrisse un'intera sceneggiatura per riportare indietro Eugene Tooms e il titolo dell'episodio del suo ritorno doveva essere "Dark He Was e Golden-Eyed". La sceneggiatura di Hutchison era piena di flashback che guardavano al passato di Tooms come a un esperimento scientifico, alla sua connessione con un dio indiano centroamericano che mangia anche il fegato e alla continuazione della scena inquietante del personaggio con una vulnerabile Dana Scully.

Hutchison aveva dedicato molto lavoro a questa storia, ma il creatore dello show Chris Carter, senza nemmeno leggere la sceneggiatura, la bocciò. Hutchison poi rivelò che la sua interpretazione del personaggio in realtà era andata in direzioni molto diverse rispetto a ciò che gli scrittori Glen Morgan e James Wong avevano inizialmente ideato, quindi è probabile che la sceneggiatura si sarebbe scontrata con il team anche se avessero avuto la possibilità di leggerlo.

Vi lasciamo alle motivazioni delle divergenze tra Gillian Anderson e la produzione di X-Files. Ecco, inoltre, perché X-Files ha stravolto il mondo della televisione.

Quanto è interessante?
2